HOGGENOVACHAPTER
EVENTI 2012 ISCRIZIONI EDITORIALI GALLERY ON THE ROAD OFFICERS

EDITORIALI - 4, 5, 6 marzo 2011 - Run di apertura NIGHT



La fine dell’inverno é attesa ansiosamente da tutti.
Ci sono tante cose che aspettano di essere fatte: sistemare il giardino, riaprire la casa in campagna, provvedere alle pulizie di primavera e, se hai culo, c’é anche un memo a ricordarti che devi dare il bianco nel bagno.
 
Per gli harleysti, invece, c’é la goduria della ripassata alle cromature, in attesa del soave risveglio motociclistico: la prima uscita organizzata dal Genova Chapter.

 
Complice una meravigliosa e diabolica organizzazione, quest’anno il run di apertura si é sdoppiato in due: al classico giro domenicale, denominato “Day”, ne é stato aggiunto uno, chiamato “Night”, con partenza anticipata al venerdì sera: percorso misterioso, tanto freddo, tonnellate di curve. Roba da duri!


 
E così, venerdì sera, 9 duri si sono presentati in concessionaria pronti a tutto!
Precisiamo meglio: 8 duri + il sottoscritto (a me, nemmeno un idromassaggio di viagra mi farebbe rientrare nella categoria …).
 
Ma veniamo al sodo: alle 8 di sera partiamo per l’ignoto e, divertendoci come bambini, maciniamo 180 Km di strade e tornanti sino a mezzanotte, quando raggiungiamo Nicciano, in alta Garfagnana.


 
Stanchi?  No!,     Infreddoliti?  Noo!!     Doloranti?  Nooo!!!!      Affamati???   Siiiiiiiii!!!!!!!!!!!!
 
Per farla breve, il lettuccio ha dovuto attendere sin oltre le due e mezza ed il paesello, già  frastornato dal rombo notturno delle motorette in arrivo, ha dovuto sopportare, prima l’allegro vociare proveniente dalla mangiatoia, poi gli echi ovattati dei “concerti da camera”.
 
Se quello del venerdì é stato un run tenebroso quello del sabato é stato un run  nevoso perché, lasciata la verde Nicciano, da lì a poco raggiungiamo l’imbiancato Passo delle Radici.
 
Spettacolo! Noi, a bocca spalancata, a guardare stupiti un paesaggio da favola; gli sciatori, a bocca spalancata, a guardare stupiti noi pensando che avessimo sbagliato strada!


 
Poi, con la calma di chi vuol portare in salvo la ghirba (nevetta sulla strada), abbiamo raggiunto  quote più consone  a passo d’uomo per poi tornare a scorrazzare sino all’arrivo, la sera, a Lucca. Altri 210 km in saccoccia!
 
Arriviamo a domenica ed alla terza tappa. La rima, dopo tenebroso e nevoso, farebbe dire: maroso. Da Lucca, infatti, raggiungiamo il mare della Versilia e poi quello delle nostre Cinque Terre.


 
Ma la rima giusta è festoso perché, all’arrivo all’Abetaia (110 km da Lucca), abbiamo trovato ad accoglierci festosi gli amici del “Run di Apertura Day” che, partiti al mattino da Piazza della Vittoria, erano lì pronti con l‘applauso!  
 
Chiusura in  bellezza: spenti i motori, via tutti in allegria al giusto ristoro!
 
Sono rientrato felice e soddisfatto a casa dove ho raccontato la fantastica esperienza alla mia dolce.
Sull’onda dell’entusiasmo le ho detto: “Lo rifarei il prossimo week end”.
Gentile quanto perentoria é stata la risposta: “Amore, hai dimenticato che domenica prossima devi dare il bianco nel bagno?”

Adriano, Editor Genova Chapter