HOGGENOVACHAPTER
EVENTI 2012 ISCRIZIONI EDITORIALI GALLERY ON THE ROAD OFFICERS

EDITORIALI - 26 27 MAGGIO 2012 - IL CONDOTTIERO DEL “MOSCATO”

Gli sforzi del Direttivo per aumentare l’offerta ludico motociclistica ai soci del Genova Chapter hanno portato ad un nuovo successo organizzativo, basato sullo sdoppiamento del classico “Run del Moscato”.

Come fu l’anno scorso col “Run di Apertura”, anche in questo caso abbiamo avuto due partenze.

E se l’anno scorso la partenza anticipata era riservata ad un manipolo di uomini duri che dovevano girovagare nella fredda notte, quest’anno la meta era tenera e dolce come lo sono le colline del Monferrato.

Il paesaggio che ci ha accolto sabato pomeriggio (e poi la cosa si ripeterà la domenica mattina) rappresentava il trionfo della viticultura nazionale in un territorio, le Langhe, che poco hanno da invidiare al piu’ famoso Chianti.

Ma il vero  punto di forza del run è stato l’aver avuto al comando della ciurma il nostro grande Paolo P. che, smessi i panni del ruvido dealer si è presentato all’appuntamento di Ovada nella veste di Condottiero Ambasciatore del Dio Bacco.

Lui davanti a guidare e noi dietro a seguire. Lui davanti ad aprire le porte delle cantine sociali, noi dietro a sbafare e a trangugiare. Lui pronto a ripartire per la prossima meta, una distilleria, e noi dietro desiderosi di altri assaggi e di altre libagioni.

Tutta la giornata è così monotonamente proseguita. La differenza la faceva Lui che, tappa dopo tappa e, soprattutto, tappo dopo tappo, variava il suo stile di guida: dapprima deciso nelle  accelerate e preciso nelle curve e poi, sempre piu’ indeciso nelle traiettorie e impreciso  nelle frenate.

Cantina dopo Cantina l’apprensione prendeva il posto alla monotonia; era evidente a tutti che il nostro Condottiero stava per essere completamente posseduto da Bacco.

A tarda sera, sconvolti dall’incessante susseguirsi di stuzzichini & moscatini, assaggini & spumantini, arriviamo al ristorante: finalmente si mangia!!

E così si fa l’una quando si vorrebbe ripartire per raggiungere le agognate coltri.

Qui il Condottiero Paolo impartisce le ultime disposizioni: “Il tuo agriturismo e’ di la’”, “Tu vai a sinistra”, “Voi seguitemi”.

Poi inforcava la motoretta per subito ridiscenderne: “Tu, dove ti ho detto di andare?”, “Voi vi passo a prendere domani” “Siete voi che dovete seguirmi?” A questo punto  un dubbio mi ha assalito: “Non e’ che ci stiamo perdendo il Condottiero?“

La mattina dopo, eccolo presentarsi puntuale all’appuntamento: sorriso smagliante, barba con un giorno in piu’ e due borse sotto gli occhi a testimonianza di un sabato gagliardamente vissuto.

Tutti ampiamente soddisfatti ci siamo diretti all’appuntamento di Ovada dove, ad attenderci, c’era il gruppone in arrivo da Genova. E via per nuove cantine: l’ultima a Fontanile dove il Condottiero Paolo ha terminato il suo compito di Ambasciatore di Bacco.

La festa di Fontanile e’ stata bella come sempre. Lui, ritornato ruvido dealer, ha ringraziato tutti i bikers  invitandoli in Concessionaria a comprare una nuova moto. Allora gli ho chiesto: “Condottiero ti vedo in gran forma, com’era il Brachetto?”

Hadry
Editor Genova Chapter